Archivi tag: incentivi fiscali

Nuovi incentivi al consumo dal governo Berlusconi

logo_repubblica.jpgIl Governo Berlusconi ha varato in questi giorni un nuovo decreto per incentivare i consumi delle famiglie.

Il decreto incentivi prevede uno stanziamento complessivo di 300 milioni di Euro, ripartiti come segue:

– 170 milioni per sostenere i consumi delle famiglie relativi alle seguenti voci di spesa relative alla casa:

1) 60 milioni di Euro per l’acquisto di nuovi immobili ad alta efficienza energetica di classe A e B. Il contributo sarà di 116 Euro al mq (fino a un massimo di 7.000 euro) per la classe A e di 83 Euro al mq (con un massimo di 5.000 euro) per la classe B.

2) 50 milioni di Euro per gli elettrodomestici (lavastoviglie, cucine da libera istallazione, cappe, forni elettrici, scaldacqua a pompe di calore, stufe) che si concretizzeranno in una riduzione del 20% sul prezzo di listino.

3) 60 milioni per le cucine componibili, che permetteranno di ottenere uno sconto del 10% del prezzo d’acquisto per un contributo massimo di 1.000 euro.

20 milioni per sostenere la vendita di motocicli (sconto sul prezzo di listino del 10% fino a 70 kw e senza limiti di cilindrata, per un contributo massimo di 750 euro) e altri 2 milioni per i motocicli elettrici e ibridi (sconto del 20% per un contributo massimo di 1.500 Euro)

20 milioni di Euro saranno stanziati per chi ancora non si è dotato di una connessione a Internet a banda larga

10 milioni per l’acquisto di condizionatori, motori alta efficienza, batterie per rifasamento e Ups

20 milioni per la nautica da diporto

20 milioni per le macchine a uso agricolo

40 milioni per gru a torre per l’edilizia.

Il decreto incentivi prevede inoltre sgravi fiscali con sconti pari a 70 milioni per la realizzazione dei campionari tessili e altri 50 milioni che saranno divisi nei seguenti settori: sostegno all’innovazione al settore aeronautico, prototipo innovativo di nave multiuso per emergenze, emittenza televisiva locale e Agenzia per la sicurezza nazionale.

Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti ha spiegato che i fondi ”vengono raccolti in applicazione delle direttive e politiche europee di contrasto ai paradisi fiscali e alle frodi sull’Iva, operate con triangolazioni e caroselli”.